Pomodori siciliani

  • Pomodori di Sicilia: pomodoro ciliegino di Pachino

Le varietà tipiche più conosciute

I pomodori coltivati in Sicilia sono fra le eccellenze agroalimentari italiane più apprezzate nel panorama italiano ed estero, per le spiccate proprietà di sapore, profumo, salubrità e consistenza. Queste caratteristiche di pregio sono conferite dal clima mite delle terre di produzione - ubicate in prevalenza vicino al mare - che non raggiunge temperature rigide neppure in inverno. Anche la morfologia e la composizione dei terreni, un buon drenaggio e la leggera salinità, costituiscono uno dei motivi di successo e dell'alta qualità del pomodoro siciliano.

Il pomodoro, nelle sue numerosissime varietà, è l'ingrediente principe della cucina italiana e sta alla base di numerosi prodotti tipici siciliani, divenuti ormai famosi e apprezzati in tutto il mondo, come le salse, l'estratto di pomodoro, i pomodori secchi (anche sott’olio), il capuliatu e il pesto pantesco.

Tra le varietà di pomodori siciliani più conosciute, il pomodoro da insalata Cuore di Bue ha una polpa carnosa e saporita e una buccia talmente sottile che deve essere necessariamente raccolto a mano. Il pomodoro Siccagno, così denominato perché si può tranquillamente produrre in zone aride in cui le piogge scarseggiano, è coltivato nella Valle del Belìce e ha ottenuto il riconoscimento di Presidio Slow Food. Ottimo da consumare fresco, in passato era ampiamente utilizzato per la preparazione di conserve e concentrati che ne consentissero l'uso in cucina per tutta la durata dell'anno.

Nel panorama ortofrutticolo siciliano spicca il pomodoro di Pachino a Indicazione Geografica Protetta, la cui zona di produzione ricade nel sud-est della Sicilia e comprende i comuni di Pachino e Portopalo di Capo Passero, con una parte dei territori comunali di Noto e Ispica. La fama del pomodoro di Pachino IGP si deve al caratteristico gusto aromatico e sapido della polpa, al colore vivo e alla gradevole croccantezza della buccia. Inoltre, ha una lunga resistenza al deterioramento dopo il periodo di raccolta e un elevato contenuto di sostanze antiossidanti preziose per la salute.

Le varietà tutelate dal Disciplinare di Produzione comprendono il Ciliegino, i cui frutti sono piccoli e rotondi, dalla singolare forma “a ciliegia”, il Costoluto, prodotto tutto l'anno e apprezzato nel mercato nazionale perché in inverno è in grado di sostituire il tondo insalataro, il Tondo liscio e il Grappolo. A queste varietà si è aggiunto recentemente il Datterino, dal gusto dolcissimo e dalla caratteristica forma a dattero.